Terzo livello: Okuden

Il Terzo livello è sicuramente più impegnativo perché significa entrare sul cammino del Reiki che dura tutta la vita; significa diventare veramente maestri di sé stessi, poiché riconoscendo di essere, come tutti, l’artefice del proprio destino, si assume maggiore parte di responsabilità nei confronti di sé stessi e quindi della propria crescita.

Si completa la propria formazione energetica, considerando il passaggio dalla fase fisico-manuale del Primo Livello, alla fase mentale del Secondo Livello per arrivare alla fase emozionale-spirituale del Terzo Livello nel quale esiste un equilibrio dinamico di rilassamento e concentrazione capace di creare il vuoto dentro di sé affinché l’energia possa scorrere pienamente libera di unirsi all’Energia Vitale Universale del Reiki.

L’intuito sviluppato a questo livello conduce l’individuo a vivere nel qui e ora, nel momento presente, e a vedere tutto ciò che lo circonda per quello che è in realtà, privo di giudizi, presunzione, colpe o paure. La percezione acquista maggiore sensibilità e si fa più sottile.

Il Maestro Usui, il fondatore del trattamento Reiki Usui, disse:

Per prima cosa deve essere guarita la mente e successivamente bisogna guarire il corpo. Se la mente è in buona salute, e segue un pensiero di integrità, il corpo diventa automaticamente robusto.