Il Tamburo Sciamanico

Il Tamburo Sciamanico e le sue origini

Il Tamburo Sciamanico è uno strumento che ci è stato tramandato dai nostri Antenati, da quelle persone che hanno vissuto sulla terra molto prima di noi, prima ancora che la storia conosciuta potesse portarci le notizie della loro esistenza, e che hanno realizzato opere imponenti, dagli scopi e dalle tecniche di costruzione tuttora sconosciuti.

I nostri antenati avevano un diverso rapporto con le cose, un rapporto più vero, più reale, più consapevole. Più naturale.

Il tamburo è considerato il cavallo dello Sciamano. Il tamburo porta lo Sciamano nei luoghi di potere interiore , luoghi di guarigione, luoghi di sogno, luoghi di bellezza tale da far aprire il cuore. Lo mette in contatto con le altre dimensioni. Lo Sciamano a cavallo del tamburo viaggia.

Il Venerabile Tamburo

Il Venerabile Tamburo

Il tamburo sciamanico è collegato con l’elemento Terra, con il nostro centro creativo e quindi con tutte le nostre potenzialità, di cui a volte non abbiamo neppure conoscenza, oppure anche solo mancanza di fiducia.

E’ indispensabile ritrovare il nostro collegamento con la Madre Terra, e questo è reso possibile tramite questa esperienza musicale sciamanica che ci serve per ritrovare il senso delle nostre origini. Prima della storia, prima della nostra civiltà, prima del progresso, l’Uomo e la Donna avevano un diverso rapporto con la natura ed in particolare con la Madre Terra, tanto da chiamarla la Dea.

Con l’aiuto della vibrazione ottenuta soprattutto dalle percussione e dal ritmo del tamburo sciamanico riportiamo al nostro Corpo il ricordo delle nostre origini ed abbiamo la possibilità di ritrovare il contatto originario con la Terra da cui proveniamo e da cui riceviamo tutti i giorni l’Energia Vitale.

Pietre, oli essenziali e tamburo sciamanico

Pietre, oli essenziali e tamburo sciamanico

I nativi americani ritengono che il tamburo sia collegato ad uno spirito che lo abita e collegano questo strumento a tutto ciò che da vita nell’Universo e lo considerano una cosa sacra. Le parti che compongono il tamburo una volta erano parti di esseri viventi ed ora aiutano la parte vivente che è in noi.

Nel nostro corpo la cosa che è più simile al tamburo è il battito del nostro cuore. Forse è per questa affinità che alcune persone particolarmente sensibili si sentono commosse quando ascoltano il battito del tamburo, perchè questo si collega al loro cuore che è la sede ed il centro delle nostre emozioni.

La maggior parte delle tradizioni antiche riconosce al suono, alla vibrazione, la facoltà della Creazione: il Vuoto primordiale ha generato la Vibrazione e la Luce e quindi lo Spazio. Questa Vibrazione è un’esperienza reale ed immediata, un elemento che permette a chi è presente di vivere l’attimo, di spostare la sua attenzione qui ed ora, tralasciando tutti i pensieri e le preoccupazioni che inultimente assorbono energia dalla nostra vita di tutti i giorni.

Ne consegue che chi riceve il massaggio, o bagno sonoro, può fare le esperienze più varie, nulla è escluso, ma anche nulla è da desiderare; non avendo aspettative e permettendo al corpo ed alla mente di rilassarsi e di percepire le onde sonore che rilassano e smuovono le tensioni presenti, arrivano quegli effetti che sono utili e necessari per chi ne beneficia.

Tutto è possibile, se non ci sono attese, pregiudizi o richieste di alcun tipo. Se invece si hanno intenti precisi, la possibilità di ricevere è limitata solo all’intensità di quanto si è domandato.

Il Tamburo di Catia

Il Tamburo di Catia

Le vibrazioni generate dal tamburo sciamanico non si limitano alla superficie del corpo, ma entrano in profondità all’interno, andando a toccare tutti gli organi interni ed anche la parte più profonda della persona. Nell’esecuzione del battere il tamburo si esclude la razionalità, resta solo l’intento di portare benessere, riequilibrio e guarigione e l’intuito di poter riconoscere le esigenze di chi riceve le vibrazioni del massaggio sonoro.

Nell’ambiente dove si esegue il massaggio sonoro, possono essere inserite delle Shama Stones, che con i loro simboli e grazie alla presenza delle pietre rappresentano in maniera forte la presenza dell’importante elemento Terra. Il tamburo batte e la Terra riceve tutte le cose di cui non abbiamo necessità, i pesi che rallentano il nostro cammino e gli ostacoli che non ci permettono i raggiungere i nostri veri obiettivi.

La sua vibrazione, bassa e potente, influisce sull’energia vitale del corpo ed anche sugli aspetti percettivi multidimensionali dell’individuo, donandogli il riequilibrio e la guarigione di cui ha bisogno. Di solito vengono anche accesi dei ceri e dei bastoncini d’incenso.

Come avviene il massaggio sonoro

I soggetti che ricevono il trattamento sonoro, sono fatti sdraiare per terra, su un materassino basso e comodo, eventualmente è usata una coperta o un cuscino per evitare la sensazione di freddo o la posizione scomoda per testa e collo. Gli occhi possono essere coperti da una bandana per non essere disturbati da variazioni di luci od ombre.

Chi riceve il massaggio può concentrarsi sul proprio respiro, oppure sulle sensazioni che gli arrivano dal corpo provocate dalle vibrazioni basse e profonde dei tamburi che vengono suonati nelle vicinanze. Chi suona i tamburi, o gli altri strumenti, scende in profondità dentro a se stesso, e in questo stato meditativo si collega con le qualità di chiarezza e a volte di guarigione delle vibrazioni, non ci deve essere né attesa, né intenzione, ma semplicemente la richiesta di ricevere quello che è necessario per il benessere e l’equilibrio della persona che viene trattata con il massaggio sonoro. E’ un ampliare la propria sensibilità, ma anche un lasciar andare, lasciare accadere, avere fiducia nella forza creatrice dell’Universo che si esprime attraverso il battito del tamburo.

Meditazione con tamburo sciamanico

Meditazione con tamburo sciamanico

Occasionalmente possono arrivare canti, vocalizzi oppure messaggi per chi riceve il massaggio sonoro, altre volte spontaneamente avvengono delle aperture verso aspetti sconosciuti di noi stessi. Il ritmo influisce sulle onde cerebrali portando tutti i partecipanti a stati di coscienza superiore, fino ad arrivare all’intuizione di soluzione di problemi, oppure stimolando la parte più artistica e creativa di noi stessi. Affiorano a volte capacità di cui non si conosceva l’esistenza.

L’esperienza è assolutamente personale, individuale, ognuno riceve ciò di cui ha necessità, ed è anche correlata al momento corrente, quindi ogni esperienza è diversa, sempre. A volte possono anche ritornare ricordi di cui si era persa la memoria, a volte si è trasportati in luoghi che vivono nella nostra fantasia, a volte si ricevono in dono le cose che ci sono necessarie.

armonizzazione-tamburo-sciamanico-banner

Il massaggio sonoro può essere realizzato anche con l’ausilio di altri strumenti per renderne più efficace l’effetto. Lo strumento principale resta comunque il tamburo. Il corpo rimane rilassato per tutta la durata del ricevimento del suono e viene imbevuto delle vibrazioni del tamburo e degli altri strumenti. Il metodo non ha uno schema fisso, ma si adatta al momento, alle esigenze di chi riceve e alla sensibilità del suonatore, il quale entra in contatto con i livelli superiori di coscienza e in questa dimensione si collega alla persona che con lui desidera fare l’esperienza.

Esiste quindi tra i due soggetti una comunicazione a un livello molto particolare, uno stato meditativo basato sulle vibrazioni sonore del tamburo o degli strumenti utilizzati.

Gli effetti del massaggio sonoro

Diversi possono essere gli effetti di un trattamento sonoro con i tamburi sciamanici:

• rilassamento;
• stimolazione profonda di tutte le cellule del nostro corpo;
• rilassamento di blocchi e tensioni del corpo ed emotivi e/o prese di coscienza della loro esistenza;
• esperienze di un oscillante corpo, libero da ogni peso;
• miglioramento del proprio potenziale di auto-guarigione;
• positiva influenza sulla coscienza autonoma, potere creativo, intuizione e ispirazione;
• recupero di vitalità, tranquillità, allegria e gioia di vivere e di fare.

Nel caso di trattamento collettivo è possibile che si instaurino collegamenti tra i partecipanti, oppure che migliorino i rapporti tra di loro, soprattutto nel caso di gruppi che perseguono uguali obiettivi, che possono essere di lavoro, ma anche di crescita e sviluppo personale.

È indicato quando si devono far rilassare delle persone che non intendono o non vogliono farsi toccare da altri come nel caso di massaggi muscolari, trattamenti shiatzu o similari. Comunque è veramente molto di più di un normale massaggio fisico.

E’ necessario che l’esperienza venga ripetuta alcune volte per poterne apprezzare in pieno i benefici perché il nostro corpo, ma anche e soprattutto la nostra parte mentale, possano sintonizzarsi con questa esperienza che non fa parte della nostra vita ordinaria, di tutti i giorni.

Alla fine del massaggio ci si ritrova rigenerati, leggeri, calmi, a volte un po’ commossi, ma anche caricati di voglia di fare, energizzati. L’effetto può durare anche più giorni dopo il trattamento e il senso di benessere può essere mantenuto e favorito grazie al contatto con la natura, lontano da rumori, inquinamento e ambienti artificiali.