Pena ridotta per lo stupro?

E’ di fine settembre la notizia che la Terza sezione penale della Suprema Corte ha accolto il ricorso di un violentatore condannato per violenza sulla moglie e maltrattamenti in famiglia.
Sentenza, questa, che va contro la decisione della Corte di Appello di Venezia che aveva già confermato la condanna escludendo l’ipotesi di minore gravità.

La Corte di Cassazione invece ha ammesso la possibilità di attenuanti, con relativo sconto di pena, nel reato di stupro, anche in caso di violenza carnale completa, affermando che la tipologia dell’atto non è un elemento decisivo e risolutivo nella condanna ma che va prima fatto un esame accurato delle ripercussioni, anche a livello psichico e psicologico, sulla vittima.

Questo verdetto rappresenta un’ulteriore violenza contro le donne in quanto sminuisce la gravità di un delitto violento e crudele quale è lo stupro, fatto gravissimo soprattutto in questo periodo in cui sentiamo parlare ogni giorno di donne uccise, femminicidi e violenze domestiche.

Per approfondire ai seguenti link trovate la notizia completa:

• Cassazione, per stupro completo possibile pena ridotta
• Stupri, sentenza della Cassazione: possibili attenuanti anche se c’è un rapporto completo